Marco Ambrosini

Il carrarino, Marco Ambrosini, Consegue il diploma all’Accademia di Belle Arti di Carrara.
Dal 1998 lavora a Carrara presso lo studio di scultura “Carlo Nicoli” realizzando e collaborando con artisti di fama internazionale nell’esecuzione delle loro opere scultoree, tra questi, nomi come: L. Bourgeois, A. Kapoor, A. Poncet, J. Deredia, M. Rossello, J. Roca Rey, M. Palladino, B. Bruni, J. Sancho, I. Messac e molti altri artisti.
Dal 2004 continua in proprio, Eseguendo opere per grandi artisti come J. Deredia, B. Bruni, L. Preti, Mog, Giuliano Vangi.
Nella scultura di Marco Ambrosini
l’essenziale si fa visibile. La luce,
l’eterno, il respiro (anche titoli di
opere) sono onde di marmo limpide e silenziose (Onda perpetua), emersioni bianchissime. E leggere. La materia grave, difficile si rende lieve, quasi fragile come carta o tessuto (Gorgiera), percorsa da un brivido, accarezzata dallo scultore fino a farsi simbolo carnale, creatura palpitante. Non si può non pensare ad Arp, ai suoi pieni oblunghi, ai vuoti espressivi, varchi di sogno, di poesia. E non ricordare le sculture cicladiche, voluttuose e levigate, in forme come “Madre Terra” o “Nudo”. Osservare le sue sculture è come ascoltare il mare nella conchiglia: s’avvertono eco profonde, antiche. Non si sa se sono le luci o le ombre a farsi strada in noi. Ma siamo indotti al
silenzio, alla contemplazione, a guardarci dentro. E oltre.
Manuela Bartolotti Ablondi

www.ambrosiniscultura.com