ARTour

Italia- Francia

dal 10 luglio 2010

Inaugurazione sabato 10 luglio ore 18,30

ARTour
Artisti

RASSEGNA
FOTOGRAFICA

El Abed Wissem
Véronique Fanti
Isabelle Faucher
Michel Hergibo
Fabienne Lopez
Metcuc

Anna Galli
Cate Maggia
Domenico Monteforte
Giovanni Marinelli
Guido Palmero
Mauro Gliori

La Corsa
Artisti

RASSEGNA
FOTOGRAFICA


Eulalia Allevi
Francesca Bertolini
Lucia Bonzanini
Libera Carraro
Secondo Capra
Salvatore Chessari
Gianni D’Adda
Albina Dealessi
Siberiana Di Cocco
Gualberto Dones
Davide Leoni
Renato Luparia
Patrizia Magnanti
Rosaria Melillo
Fabrizio Molinario
Nadia Presotto
Brigitta Rossetti
Marialuisa Sabato
Fernando Sammarone
Marina Serri
Paolo Stagnini
Caterina Tosoni

 

Scarica direttamente il catalogo cliccando qui !

ARTour - Italia/Francia
L’Arte visiva contemporanea è caratterizzata da un vivace insieme di stili, gruppi e tecniche, che si definiscono come linguaggio comune anche se espresso, proprio come i singoli idiomi, con parole diverse a allo stesso tempo simili. Suoni, colori, forme, danno vita ad un’armonia in una continuità d’intenti che ogni cultura manifesta in modo autonomo e al tempo stesso condivide con altre realtà.
E’ il caso della Francia e dell’Italia che nel corso dei secoli si sono distinte come paesi a specifica vocazione artistica. L’Italia ha detenuto il primato fino al XVII secolo con i grandi maestri che hanno avuto all’estero grandi riconoscimenti. A partire dal Medioevo gli artisti italiani sono stati i protagonisti indiscussi dell’arte delle corti europee. La nazione francese ha, al contrario, una storia artistica di portata internazionale sicuramente più recente ma altrettanto importante.
Specialmente nell’arte Moderna ha rappresentato un modello che ha affascinato e attratto artisti quali Picasso, Modigliani, Balla, solo per citarne alcuni. Oggi, che la globalizzazione ha contribuito a dilatare i nostri confini visuali, sembra contraddittorio ribadire la necessità di una identità culturale. In fondo è proprio quello che alcune esperienze e progetti come questo di ARTour propongono: mantenere un’identità nella diversità. Consolidare comuni esperienze e linguaggi attraverso l’universalità delle arti.

La Corsa ... a piedi ... in bici ... in auto ...
La nostra vita è ormai una corsa, un continuo correre all’infinito, Verso che cosa non lo sappiamo neppure. Il meccanismo della vita ci rende aggressivi e competitivi. Soffermiamoci a riflettere. L’essenza della corsa. L’aspetto più profondo del correre, che concilia il gesto del moto con il sentimento e l’anima. La corsa non è solo contro il cronometro o nella conseguente carica agonistica che porta al risultato sportivo nella competizione ma anche un viaggio verso l’interiore perpurificare i pensieri. Deve aiutarci a sollecitare bisogni reconditi e deve fondersi con la mente per diventare una fonte inesauribile di risposte anche esistenziale. Il tema della mostra offre la possibilità all’artista di interpretare il tema in modi svariati. Può sviluppare il concetto della velocità intesa come sport: il ciclismo il podismo l’automobilismo oppure la corsa sfrenata di tutti giorni nella vita.