Italia e Marocco: due mondi che si incontrano tra Mediterraneo e Arte

“La Vita imita l’Arte più di quanto l’Arte imiti la vita” O. Wilde

L’Arte visiva e plastica contemporanea è composta da un armonico insieme di stili, movimenti e tecniche, diversi e paralleli, che si caratterizzano per essere l’espressione di un dialogo aperto tra Arte e Vita, nelle sue diverse espressioni interculturali.
Come in Marocco anche in Italia possiamo trovare un comune denominatore nella Tradizione e nella Storia fortemente legata al bacino del Mediterraneo, culla di popoli antichi in stretto contatto tra loro e motivo di continui scambi culturali e artistici nei secoli.
Radici comuni ci uniscono ancora oggi e ci permettono di provare emozioni e di esprimere temi fortemente presenti. La stretta relazione tra Arte e Vita ha fatto si che gli artisti, quale “voce” del proprio gruppo sociale, siano cantori di preoccupazioni e malesseri della odierna globalizzazione e della massificante oppressione di una realtà in cui il “progresso” non sempre è sinonimo di miglioramento. Si avverte quindi una malinconica ricerca di ciò che è espressione semplice e diretta dell’umano sentire, fino a far riaffiorare pensieri “puri” e "semplici", nel continuo errare dell’anima tra le ricchezze illuminanti di luoghi e tradizioni. Osservatori di un mondo in cui le culture sono in evoluzione continua, gli artisti sperimentano una pluralità di linguaggi, contaminati dalla comunicazione mediatica, affrontando temi di attualità, riflessioni esistenziali e problematiche sociali trasversali. Il tutto attraverso una ricerca che adotta materiali e idee della tradizione con linguaggi contemporanei, spesso molto “occidentali”, dati dalle nuove tecnologie. Nasce quindi l’esigenza di eventi che portino a contatto popolazioni e continenti uniti dal comune anelito a principi di comunanza e fratellanza su progetti culturali e artistici legati a tradizioni e origini vicine.
La manifestazione è caratterizzata da un forte carattere multietnico che, sommato alla presenza di esponenti di particolare stilema espressivo, garantisce un clima culturale stimolante e pronto a cogliere la frizzante creatività del contemporaneo. Artisti che, mettendosi in sintonia con i principi estetici dell’odierna comunità, riescono a far “parlare” le varie realtà che la compongono, facendo da "ponte d’unione" per un futuro migliore.
Francesca Mariotti

Artisti partecipanti

Mohammed Melehi
Omar Bouragba
Mohammed BoustaneAhmed Elhayani
Nawal Sekkat
Cate Maggia
Guido del Fungo
Luigi Biondi
Guido Palmero
Silvia Fossati

 


GUIDO PALMERO
CATE MAGGIA
GUIDO DEL FUNGO
LUIGI BIONDI
SILVIA FOSSATI